campeggio

Quali sono i benefici del campeggio e perché andarci

Sappiamo tutti che il campeggio è un’attività fantastica, che offre ore di divertimento e un’occasione privilegiata per entrare in contatto con la natura.

Ma questo è nulla. Lo sapevi che il campeggio ha effetti positivi sulla salute? Sembra proprio che questa attività all’aria aperta, un modo alternativo di trascorrere le vacanze, da soli, in coppia o con la famiglia e gli amici, abbia dei risvolti psicofisici interessanti.

Il campeggio ti insegna a risolvere problemi

Le sfide che pone il campeggio sono diverse: è un modo di fare le vacanze semplice, che rinuncia alle comodità classiche dell’hotel. In sostanza bisogna prepararsi tutto e adattarsi. E perciò pone delle sfide non indifferenti, che partono già dal montaggio della tenda. Insomma, grazie al campeggio si imparano soluzioni pratiche e si fa la mano alla soluzione dei problemi, che può risultare utile in altri campi. Inoltre ti introduce a nuove esperienze, nuovi modi di vivere il tempo, di capire come sono fatte le cose e come si vive nella natura.

Il campeggio è perfetto per i bambini

Ha un grande scopo educativo e riesce a raggiungere nel risultato di disciplinare i bambini, facendoli divertire. I bambini in campeggio imparano tante cose: risolvere problemi, utilizzare semplici strumenti, sfruttare e ampliare le proprie capacità cognitive, proprio come si fa nei primi anni di scuola, quando i bambini associano al calcolo e alla scrittura anche la manualità.

Fa dormire meglio

Per chi ha problemi di sonno il campeggio è un’autentica cura, dal momento che può aiutare a regolare il nostro ritmo circadiano grazie ai ritmi biologici della natura. Tutto ciò che ha a che fare con la luce artificiale può effettivamente minacciare il sonno. Inoltre le attività fisica svolte durante la giornata stancano, consentendo di dormire in modo fluido per tutta la fase di buio notturna.

Più vitamina D in campeggio

La vitamina D è una sostanza fondamentale per la nostra salute. La sua carenza apporta conseguenze negative nel medio e lungo periodo ed è indispensabile per la crescita dei nostri figli. A certe latitudini l’esposizione solare può essere insufficiente, ma anche l’abitudine di stare in città non aiuta. L’esposizione al sole prolungata con le braccia e le gambe scoperte aiuta a fare il pieno di questa vitamina, facendoci sentire subito meglio. Non è un caso che “la cura del sole” faccia davvero bene, e lo sappiamo da sempre. Fa bene alle ossa, all’umore e alla muscolatura. Soprattutto se consumata in associazione alla vitamina C.

Si fa esercizio fisico (che non fa mai male)

È vero che talvolta essere serviti e riveriti è molto bello, dal punto di vista della comodità, soprattutto se l’intento della vacanza è rilassarsi e se si svolge un lavoro impegnativo. Ma il fatto è che non tutti svolgiamo professioni stancanti dal punto di vista fisico. Anzi, la maggior parte di queste sono sedentarie. Ecco allora una soluzione per rimettersi in forma mentre si è in ferie e non sentirsi in colpa. Il campeggio! L’esercizio fisico sporadico è sempre meglio dell’ozio, ma in campeggio si tende a faticare. Inoltre, per i più avventurosi non mancano le occasioni per faticare, tra escursioni, nuotate, passeggiate e persino arrampicate. Occhio a non esagerare però.

Il campeggio rende felici

Il mio amico Manuel è andato in un campeggio sul Lago Maggiore, nel tratto Svizzero, lo scorso anno. È tornato più felice che mai, ha sistemato il rapporto con la sua fidanzata che oggi è sua moglie. Una vacanza ha sistemato tutto perché il campeggio ha creato complicità. E poi il pieno di sole, di ossigeno, di aria pulita hanno fatto il resto. Se stai cercando una vacanza che ti dia il massimo, il campeggio è tra le opzioni da mettere in conto per l’estate che arriva.

Foto di LUM3N da Pixabay

(Visited 73 times, 1 visits today)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *