Come ascoltare musica gratis sul web

Siete amanti della musica? Le opzioni per ascoltarla online gratuitamente non mancano, ma hanno sempre delle limitazioni. Con il lancio di Apple Music si sta assistendo a una lotta all’ultimo sangue sul terreno dello streaming, dove Spotify regna. Il motivo per cui Apple scende in campo è semplice: Spotify sta attirando abbastanza ascoltatori da erodere gli incassi di iTunes. La formula di Spotify è semplice: l’ascoltatore può scegliere di ascoltare gratuitamente playlist messe a disposizione dal pubblico o dal programma, in un determinato ordine, con degli spot pubblicitari di 30 secondi che scorrono ogni tanto. La lunghezza degli spot e la loro frequenza non è dissimile da quella delle radio commerciali, anzi tutto sommato è molto meno invasiva. Spotify ha un modello di monetizzazione elementare: se vuoi ascoltare la musica nell’ordine che preferisci tu e senza interruzioni pubblicitarie, basta sottoscrivere un abbonamento premium che in genere viene inaugurato da un periodo di prova gratuito di novanta giorni (3 mesi – https://www.spotify.com/it/legal/intro-offer-terms-and-conditions/). La via di mezzo è il contratto Unlimited – musica senza interruzioni, che consente di ascoltare su desktop e laptop milioni di brani senza alcuna pubblicità e alcun vincolo al prezzo di 4,99 euro al mese. L’abbonamento premium si estende invece a tutte le periferiche, compresi dunque gli smartphone e i tablet, senza limiti e pubblicità per 9,99 euro al mese.

In risposta ad Apple si è mossa anche Google che tramite Google Play Music ora diffonde una prova gratuita di 60 giorni, per poi permettere un abbonamento di 9,99 euro al mese per l’ascolto di tutta la musica. In aggiunta all’abbonamento c’è pero la possibilità di ascoltare gratuitamente, per adesso solo negli USA, la musica proposta da varie stazioni radio con le quali Google ha stretto un accordo. Vale lo stesso per le playlist messe a disposizione degli utenti.

Se invece né Apple, né Spotify e nemmeno Google vi soddisfano e volete ascoltare la musica come e quando piace a voi, senza pagare, un buon modo per averla in formato MP3 è scaricarla da YouTube. La pratica di per sé non è legale, ma è ben conosciuta dai navigatori: basta andare all’indirizzo http://www.vidtomp3.com/, inserire l’url del video specifico su YouTube e il attendere che arrivi la conversione in MP3 da scaricare sul desktop e far comparire poi su iTunes o Windows Media Player. La qualità audio è più che buona, soprattutto se si scarica da video in HD, ma è chiaro che si tratta di una soluzione di ripiego. Può essere interessante per gli appassionati: possono scaricare concerti, bootleg o particolari esibizioni live che meritano.

(Visited 52 times, 1 visits today)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *