L’importanza del testosterone per raggiungere i propri scopi

Si dice che dietro un criminale c’è un picco di testosterone. Non è sempre vero, è una semplificazione, ma lascia capire cosa intendiamo quando parliamo di testosterone alto. L’ormone dell’aggressività in realtà può causare l’inverso: le persone con più alti valori possono essere più eleganti, gentili e sportive. Per anni gli scienziati hanno puntato il dito contro l’eccesso di testosterone: il classico maleducato del traffico che prende a voci gli altri autisti, vestito come un idiota appena uscito dal trono di Maria de Filippi, l’incarnazione dell’aggressività tipicamente maschile, come un gorilla silverback perennemente incazzato. Eppure i benefici del testosterone alto sono ben noti, il vero problema per la popolazione maschile è lottare contro l’abbassamento di questi valori durante l’invecchiamento.  Una lotta contro lo stereotipo del maschio eccessivamente carico di ormoni viene dai ricercatori dell’università di Zurigo, che hanno studiato l’effetto dell’aumento di testosterone in uno studio che coinvolgeva delle donne, da sempre contrassegnate da un testosterone molto basso e dunque facile da studiare, rispetto a un gruppo di controllo molto omogeneo. Hanno provato a stabilire il rapporto tra soldi e testosterone, stabilendo che questo anziché incoraggiare l’egoismo incita a lavorare in gruppo, cooperando con gli altri per ottenere un maggiore risultato.

In particolare questo ormone soddisfa il desiderio di affermazione. Lo nutre e spinge l’individuo a ottenere un risultato, qualunque sia il mezzo. Ma quando questo risultato è raggiungibile per mutuo soccorso, il testosterone veicola l’individuo verso un risultato di gruppo, facendogli comunque raggiungere la meta.

Molti uomini e molti ragazzi non si preoccupano abbastanza dei livelli di testosterone. Mentre è facile trovarli alti nell’età post-puberale dello sviluppo, inizia un decadimento già prima dei 30 anni. Per mantenere intatti i valori bisogna adottare uno stile di vita sano, improntato al movimento e al consumo di fibre e vegetali, cercando di non abusare della carne rossa. L’esercizio compensa la moderazione col cibo accumulatore di grassi (zuccheri inclusi).

Pare tra l’altro che per aumentare i valori basti saper assumere una posa dominante. Gli animali dominanti come i primati (si pensi al gorilla) fanno mostra della loro leadership occupando spazio, cioè assumendo una posa da leader. Ora uno studio ha confermato che questa posa altera i livelli di ormoni. Quando è stato chiesto agli individui oggetto della ricerca di assumere una posa “dominante”, ad esempio sedersi sulla poltrona, mettendo i piedi sulla scrivania, è stato registrato un aumento del testosterone e una diminuzione del cortisolo (ormone dello stress che lo contrasta). Quindi: assumere un atteggiamento da leader col linguaggio del corpo fa aumentare effettivamente i livelli dell’ormone dell’aggressività

(Visited 402 times, 1 visits today)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *